Chiesa di S.Pellegrino e Filippo Neri o degli Scalzi

La Chiesa di S.Pellegrino e Filippo Neri (o degli Scalzi) si affaccia su piazza del Senato ma è adiacente ad uno dei più famosi palazzi storici di Ancona, il palazzo Ferretti con il quale era una volta collegata in modo che la nobile famiglia avesse la possibilità di assistere alle funzioni in forma privata.

La chiesa, progettata dell’architetto Bartoli, fu costruita nel 1706 e sorge dove anticamente era stata edificata la chiesa medievale di San Salvatore. Molto caratteristica è la grande cupola che la sovrasta poggiando su lesene e grandi arcate.

L’interno della chiesa si presenta con navata unica, a pianta circolare e con quattro cappelli sull’asse principale. L’altare principale è stato rivisto e sistemato nell’800, mentre negli altri due altari settecenteschi che si presentano lateralmente sono conservate le statue a stucco di Gioacchino Varlè.

La  chiesa degli Scalzi | Ancona

Tra le opere d’arte che potrete ammirare all’interno della chiesa, noterete nell’altare maggiore, una crocifisso in legno policromo di stile bizantino del XII-XIII secolo raffigurante il Cristo.

La Chiesa degli Scalzi ospita poi diverse tele d’ispirazione religiosa; nell’altare maggiore le opere di Michele Morelli: “La Madonna con bambino” ed i “Ss. Pellegrino e Teresa e Angeli”; nell’altare di sinistra è ospitato “Lo sposalizio di Maria”, in quello di destra “La Vergine coi Ss.Gaetano e Giovanni della Croce di Lodovico Mazzanti.
Sopra l’ingresso della chiesa è ospitata invece la tela attribuita a Francesco Solimena raffigurante “Santa Teresa.

Sicuramente se andrete a visitare la Chiesa degli Scalzi vuol dire che siete in zona Duomo di San Ciriaco; bè allora non fatevi mancare qualche minuto di relax per ammirare dall’alto del monte Gusco Ancona ed  il suo storico porto, magari dopo aver visitato la Cattedrale ed il suo adiacente museo (Diocesiano).

Commenti terminati



Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Copyright © 2017, Tutti i Diritti Riservati - www.paolopeli.it