Fabriano, tra storia, arte, cultura e montagna da vivere

Fabriano, conosciuta in tutto il mondo per la sua cartiera, è un comune della provincia di Ancona situato in una vallata caratterizzata da dolci colline e circondata dai monti dell’Appennino umbro-archigiano a 325 metri sul livello dl mare. La sua posizione strategica sul territorio ha permesso sin dai tempi antichi insediamenti di comunità stabili. E’ per questo che visitando Fabriano troverete testimonianze di antiche civiltà sin dal periodo paleolitico: si svilupparono la civiltà picena, quella umbra, quella dei galli senoni…

Tra i luoghi di interesse che vi consigliamo di visitare ci sono sicuramente: il Palazzo del Podestà, edificio pubblico di stile medioevale fu costruito nel 1255; il Loggiato San Francesco, costruito a metà del ‘400 su progetto dell’architetto rinascimentale Bernardo Rossellino; la Fontana Sturinalto, un splendido gioiello nella cornice della Piazza Centrale; la Cattedrale di S.Venanzio con le sue straordinarie decorazione interne ed i suoi bellissimi affreschi di scuola fabrianese del XIV e XV; il Museo Farmacia Mazzolini Giuseppucci che è stato dedicato ad una delle farmacie storiche più importanti in tutta Italia; la Pinacoteca Civica Bruno Molajoli, dedicata all’importante storico dell’arte Bruno Molajoli; il Palazzo del Comune del 1350, ricostruito nel 1690 antica dimora dei Chiavelli, signori della città fino al 1435; l’ex ospedale di Santa Maria del Buon Gesù, un eccezionale esempio di architettura tardogotica; il Museo della Carta e della Filigrana, ospitato nell’antico Convento di San Domenico; e tutte le altre chiese sul territorio fabrianese (Oratorio della Carità, Chiesa dei Santi Biagio e Romualdo, Chiesa di Sant’Onofrio o Scala Santa, Chiesa di Sant’Agostino, Chiesa di Santa Lucia Novella)

Fontana Sturinalto | Fabriano

Il territorio da scoprire per chi si recherà a Fabriano è caratterizzato come dicevamo prima dalle presenza di scenari montuosi ricchi di boschi che da sempre hanno attirato l’attenzione degli amanti dell’escursionismo. A nord-nord ovest svettano: il monte Nebbiano (790 m), il monte Strega (1276 m), il monte Catria (1701 m); ad ovest troviamo: il monte Cucco (1566 m); mentre ad est: il monte San Vicino (1479 m); infine a sud-sud ovest: il monte Nero (1424 m) ed il monte Maggio (1361 m). Da quest’ultimo ha origine il torrente Giano che attraversa la città di Fabriano e si unisce poi al fiume Esino all’altezza della frazione di Borgo Tufico.

Vi riportiamo di seguito il video dell’interessante Progetto Appennino promosso dal vicepresidente della provincia di Ancona Giancarlo Segramola.

CURIOSITA’

CARTIERE DI FABRIANO

Per chi fosse interessato a visitare le Cartiere di Fabriano ed avere maggiori informazioni a riguardo di questa storica azienda fabrianese vi segnaliamo il sito istituzionale: www.fabriano.com

GASTRONOMIA

Il prodotto tipico gastronomico della tradizione culinaria locale è il Salame Fabriano, caratterizzato da una consistenza omogenea, compatta, di colore rosso scuro, con i lardelli bianchi e la grana fine e le prime testimonianze sul salame di Fabriano risalgono alla prima metà dell’Ottocent

Commenti terminati



Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Copyright © 2017, Tutti i Diritti Riservati - www.paolopeli.it