Il borgo storico di Morro D’Alba e la sua Lacrima

In Ancona e in tutte le Marche chi sente nominare Morro D’Alba abbina immediatamente questo nome non ad una località ma ad un prodotto tipico dell’enologia anconetana: la famosa Lacrima di Morro D’Alba. Morro D’Alba è un piccolo borgo a 200 metri sul livello del mare nell’entroterra anconetano, a meno di 30 chilometri dal capoluogo di provincia.

La città risulta abitata già in epoca romana e conserva ancora oggi importanti testimonianze del suo passato: due ville romane scoperte in località Sant’Amico; le origini dell’abitato dovrebbero tuttavia ricondursi intorno all’anno Mille, quando il paese è citato come Curtis in un atto imperiale di Federico I, come dimostra un antico medaglione aureo riportante la scritta ricostruita “Theodoricus pius princeps invictus semper”, rinvenuto in una tomba a Sant’Amico, oggi conservato presso il Museo delle Terme di Roma.

Il borgo storico di Morro D'Alba e la sua lacrima

Nel 1213 Morro D’Alba venne definita “Castrum” in un atto nel quale Senigallia cedeva Morro d’Alba al comune di Jesi. Sono numerosi gli assedi e le incursioni documentati negli anni ed infatti nel 1365 le mura che difendevano il piccolo borgo dovettero essere ricostruite. La città passò ai Malatesta di Rimini, e negli anni subì saccheggi prima da parte degli anconetani e poi da parte di Francesco Maria Della Rovere. Durante il dominio napoleonico fu sottratta al Comune di Jesi e dal 1860, con l’Unità d’Italia, entrò definitivamente a far parte della provincia di Ancona.

Il nome ricorda la mora (o cippo) di confine sull’alba (o colle), che segnava la separazione tra i confini medievali di Jesi e di Senigallia. Nel 1861 al nome Morro venne aggiunto il termine Alba.

Interamente racchiusa da una cinta muraria della seconda metà del Quattrocento conserva oggi numerose testimonianze del suo passato: la stessa cinta muraria e il camminamento interno “La Scarpa” (camminamento di
ronda completamente coperto, comunicante con dei panoramici belvedere posti sulle sei torri pentagonali), i sotterranei (una vera e propria città sotterranea, costituita da un labirinto di grotte scavate nei secoli al di sotto delle case), il Palazzo Comunale, la chiesa di San Gaudenzio e quella della Santissima Annunziata, l’interessantissimo Museo Utensilia della cultura mezzadrile.

A Sant’Amico, piccola frazione sopra citata, vi segnaliamo la bella dimora storica di proprietà Marotti Campi, immersa nei vigneti. Tutta la zona si offre a stimolanti percorsi come la Via del Sole, due appassionanti percorsi adatti alle mountain bike e un itinerario dedicato alle passeggiate a cavallo.

Colore rosso rubino intenso con notevoli ed evidenti sfumature violacee, odore gradevole intenso, struttura corposa e dal gusto asciutto, sapore morbido caratteristico di medio corpo.
Se passate da quete parti non potete assolutamente farvi mancare una degustazione del famosissimo vino d.o.c. Lacrima di Morro d’Alba.

Queste alcune delle aziende vinicole che potrete trovare sul territorio:

Antica Cantina Sant’Amico
Il nome dell’azienda trae origine dalla località nella quale sorge il complesso padronale che comprende anche un vasto parco con piante ultra centenarie, una villa signorile dell’800 e una chiesa privata.

Az. Agraria Mario Lucchetti
Dalla tradizione della realtà agricola mezzadrile marchigiana, mantenendo la stessa cura e sapienza…

Az. Agricola Fratelli Badiali
L’azienda dispone di circa 5 ettari di superficie coltivata a vigneti disposti nelle dolci, ridenti e preziose colline di Morro d’Alba.

Az. Agricola Marotti Campi
La famiglia Marotti Campi, proprietaria di terre sin dall’Ottocento, oggi possiede circa 52 ettari di nuovi vigneti.

Az. Agricola Orlando Olivetti
La nostra azienda è a conduzione rigorosamente familiare per scelta ed è giunta ormai alla seconda generazione.

Az. Agricola Stefano Mancinelli
Sulle dolci colline di Morro d’Alba, in una zona particolarmente vocata dell’entroterra marchigiano, si coltivano i vigneti e gli oliveti di Stefano Mancinelli.

Az. Agricola Vicari Nazzareno e Vico
Nel paese di Morro d’Alba era ben nota sin dall’800 l’esperienza vitivinicola della famiglia Vicari, di origine mezzadrile.

DOVE DORMIRE

Per chi volesse godersi della tranquillità del territorio vi segnaliamo le seguenti strutture nei dintorni di Morro D’Alba:

  • Bed and Breackfast IL GRANO E LE STELLE – Distanza da Morro D’Alba = 4.59 Km – Senigallia (AN) Frazione SAN SILVESTRO
  • B&B VIADELCAMPO – Distanza da Morro D’Alba = 4.90 Km – Monte San Vito (AN)
  • B & B QUERCIABELLA – Distanza da Morro D’Alba = 6.66 Km – Senigallia (AN) Frazione VALLONE
  • B&B NIDO DI RONDINE – Distanza da Morro D’Alba = 7.93 Km – Senigallia (AN) Frazione SANT’ANGELO
  • B&B IL GLICINE – Distanza da Morro D’Alba = 8.58 Km – Jesi (AN) Zona Centro

bed-and-breakfst-il-grano-e-le-stelle

Commenti terminati



Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google

Galleria fotografica

Copyright © 2017, Tutti i Diritti Riservati - www.paolopeli.it